Un weekend tra Bari e dintorni

Di <a>{authorName}</a> il {prevDate} in Uncategorized

La terra del sole, del blu intenso del mare, dell’olio d’oliva, delle case bianche e delle orecchiette. Bari è una città che ha saputo rinnovarsi e proiettarsi verso il futuro, valorizzando la sua storia antica, le opere d’arte e le tradizioni. Porta tra est ed ovest e crocevia di popoli e culture diverse nei secoli, […]

placeholder photo

La terra del sole, del blu intenso del mare, dell’olio d’oliva, delle case bianche e delle orecchiette. Bari è una città che ha saputo rinnovarsi e proiettarsi verso il futuro, valorizzando la sua storia antica, le opere d’arte e le tradizioni. Porta tra est ed ovest e crocevia di popoli e culture diverse nei secoli, il suo territorio è un insieme stimolante di paesaggi, arte, storia e capolavori culinari.
Con un aeroporto collegato con centinaia di destinazioni nazionali ed interazionali, Bari ed i suoi meravigliosi dintorni sono un’ottima meta per un weekend alternativo, interessante e goloso! Ecco quindi una mini guida per un fine settimana in questi splendidi luoghi!

Bari

placeholder photo

Bari vecchia è un dedalo di vie strette, panni stesi al sole, scorci sul mare e piazzette in pietra. Le signore che preparano le orecchiette sfoggiano con orgoglio le loro squisite creazioni mentre turisti e locali si mescolano in un insieme colorato ed affascinante. Perdersi tra i vicoli della città vecchia passeggiando senza meta è la prima cosa da fare per assaporare la città ed entrare in sintonia con la sua atmosfera. Il Castello Svevo Normanno del XII secolo è uno dei punti storici di maggior interesse della città. Voluto da Ruggero il Normanno e poi ricostruito da Federico II di Svevia è uno dei monumenti in stile romanico più importanti d’Italia.

placeholder photo

La chiesa di San Nicola di Bari è invece il centro spirituale della città, nonostante non ne sia la cattedrale, intitolata invece a San Sabino. Entrambe le chiese sono simbolo dello stile romanico-pugliese e presentano opere dallo straordinario valore storico-artistico.
Centro culturale della città è invece l’elegante Teatro Petruzzelli che, costruito negli ultimi anni del 1800, ha ospitato sul suo palco i più grandi artisti del teatro, dell’opera e della danza e rappresenta uno dei punti principali del “Quartiere Umbertino”: il più elegante e prestigioso della città con storici teatri e palazzi in stile liberty. Una chicca davvero imperdibile è Palazzo Mincuzzi, lungo l’arteria commerciale via Sparano, realizzato negli anni ’20 in stile liberty, oggi è sede di un noto marchio di moda.

Nell’immaginario collettivo Bari si identifica spesso con il suo splendido lungomare caratterizzato dalle palme e dai tipici lampioni che collega le varie aree della città e che rappresenta un punto di aggregazione importante per gli abitanti così come la grande Piazza Ferrarese. La piazza, affacciata sul lungomare Imperatore Augustodi fronte al porto vecchio, è uno degli accessi alla città vecchia e si sviluppa a partire da Corso Vittorio Emanuele, elemento di congiunzione con la città nuova.

Polignano a Mare

placeholder photo

Uno dei borghi più fotografati di Puglia, con la sua iconica spiaggetta ed i vicoli in pietra bianca a picco sul mare, Polignano è una tappa obbligatoria durante un viaggio in queste zone. Facilmente raggiungibile in circa trentacinque minuti da Bari sia in auto che in treno, è una cittadina perfetta per una passeggiata in compagnia alla scoperta di scorci suggestivi. Partendo dal Palazzo dell’Orologio esplorate il Centro Storico fatto di stradine e palazzi in pietra chiara; in particolare non perdetevi il panorama sulla baia dal belvedere della Terrazza di Santo Stefano ed il panorama sul borgo arroccato sulla roccia dal belvedere del Lungomare Domenico Modugno! Polignano vi conquisterà con la sua atmosfera allegra ed i suoi incantevoli angoli tutti da fotografare!

Monopoli

placeholder photo

A circa quarantacinque minuti da Bari e soli quindici da Polignano a Mare, Monopoli è quella sorpresa che non ti aspetti, una cittadina dal fascino mediterraneo incastonata tra mare e storia in cui passare un pomeriggio suggestivo ed aspettare il calare della sera ammirando le luci accendersi ed il centro storico animarsi. Splendido punto di partenza per scoprire Monopoli è il Castello di Carlo V, costruito nel XVI secolo durante la dominazione spagnola della città come fortificazione difensiva. Poco distante dal castellosi trova un altro dei simboli di Monopoli: Palazzo Martinelli edificato nel XVIII secolo e celebre per il loggiato con otto arcate ogivaliin stile neogotico che si affaccia sul Porto Vecchio. Il Porto Vecchio è stato per secoli lo snodo commerciale più importante della città ed oggi, con le piccole barchette colorate dei pescatori, è un luogo caratteristico e affascinante.

Alberobello

placeholder photo

I trulli pugliesi sono stati dichiarati patrimonio Unesco nel 1996 ed Alberobello è ormai famosa in tutto il mondo per la sua unicità e fascino. Come un borgo uscito da un racconto di fiaba, Alberobello incanta i suoi visitatori con queste costruzioni così antiche eppure così efficienti dal punto di vista dell’isolamento termico e della gestione degli spazi e del calore. Non perdetevi almeno una visita all’interno di un trullo; molte persone del luogo sono disponibili ad accogliere i turisti nei propri trulli e parlargli della loro struttura e della storia della propria famiglia.

placeholder photo

Partendo dalla stazione ferroviaria visitate il Rione Aia Piccola, decisamente il più autentico, in cui vivono ancora oggi numerose famiglie, per poi proseguire verso il Belvedere Santa Lucia dal quale si gode di uno spettacolare panorama sul Rione Monti. Il Rione Monti è il quartiere più celebre di Alberobello ma anche il più turistico; è infatti ormai disseminato di negozi di souvenir e ristorantini ma continua ad emanare un grande fascino! Non perdetevi in particolare i famosi “trulli siamesi” e la chiesa a forma di trullo posta sulla sommità della strada principale: via Monte di San Michele.

L’aria magica e da fiaba di questo luogo è inoltre alimentata dalla presenza sui tetti dei trulli di simboli esoterici la cui funzione è ad oggi ancora sconosciuta ma si suppone che ognuno fosse legato ad una famiglia e che la proteggesse dalla sorte avversa.

Dove dormire

Gli splendidi appartamenti selezionati da Dormoa sono il luogo perfetto da dove cominciare ad esplorare Bari ed i suoi dintorni.

Rilassati in villa a Polignano o immergiti tra i trulli di Alberobello in compagnia di famiglia e amici; oppure concediti una gita in “città” a Locorotondo o Cisternino, punti di partenza perfetti per partire alla scoperta della zona.

Dove mangiare

Orecchiette, burrata, olio, taralli, pasticciotti, cime di rapa e pesce freschissimo; la Puglia è un concentrato di ingredienti di qualità ed eccellenze enogastonomiche! Ecco quindi alcuni indirizzi da non perdere!

Bari:

  • “Stammi Bene”: dalla colazione, al pranzo, alla cena; uno spazio che coniuga il concetto di caffè, ristorante ed alimentari in un ambiente spazioso e luminoso dai toni chiari ed accoglienti.
  • “Cibò”: i panzerotti prêt-à-manger più buoni di Bari vecchia, perfetti per un pranzo veloce o uno spuntino di mezzanotte
  • “Panificio Fiore”: semplicemente un’istituzione nel cuore di Bari vecchia dove la semplicità incontra il gusto puro della tradizione.

Polignano a Mare:

  • “Pescaria”: la sua fama ormai lo precede, ma la lunga fila vale le sue gustose creazioni di mare!
  • “Grotta Palazzese”: probabilmente il ristorante più fotografato di Puglia, all’interno di una grotta con un’atmosfera elegante e romantica.

Monopoli:

  • “Madià”: l’istituzione del panzerotto informale di Monopoli, imperdibile!

Alberobello:

  • “Evo Ristorante”: un’atmosfera conviviale che propone piatti del territorio raffinati e di qualità
  • “Il Trullo d’Oro”: piatti tipici in un trullo tradizionale, raffinato e curato nel dettaglio.